Descrizione

Il concerto presenta tra i più celebri brani del repertorio classico pianistico mirabilmente trascritti per quartetto d’archi tra cui una Danza Norvegese e “Giorno di Nozze” di Grieg, l’ “Adagio cantabile” dalla Sonata “Patetica” e la celebre “Per Elisa” di Beethoven, la “Danza Andaluza” di Granados, una Mazurca di Chopin ed il notissimo ”Arabesque” e “Clair de lune” di Debussy. La seconda parte del concerto sarà invece dedicata a trascrizioni di “evergreen” di Gershwin e Porter originalmente concepiti per canto e pianoforte e sarà accompagnata da bellissime video proiezioni, confezionate ad hoc per ogni brano, che immergeranno l’ascoltatore nell’affascinante ed onirica atmosfera del cinema muto.

THE PALM COURT QUARTET
David Simonacci e Marco Palmigiani – violini
Lorenzo Rundo – viola
Giorgio Matteoli – violoncello

Prima del concerto il pubblico potrà ammirare gli strumenti costruiti dal liutaio Lorenzo Radaelli, proprietario del laboratorio artigianale “Il Liutaio” a Concorezzo.

Il maestro artigiano mostrerà i suoi strumenti e racconterà agli spettatori il suo mestiere.

Programma:

L.V. BEETHOVEN: Adagio cantabile dalla sonata “Patetica”
F. CHOPIN: Mazurca Op.7 nr 2
C. DEBUSSY: “Arabesque Nr.1” e “Clair de Lune”
G. FAURE: “Apres un reve”
E. GRIEG: Danza Norvegese Nr.3 e “Giorno di Nozze a Troldhaugen”

George Gershwin (1898 – 1937)
Summertime
The man I love
Swanee
‘S wonderful
Embreceable You
I got rhytm

Cole Porter (1891 – 1964)
Anything goes
You are the top
Night and day

|| N.B.: NEL CASO IN CUI I POSTI ONLINE SIANO “ESAURITI”, RESTANO COMUNQUE DISPONIBILI POSTI GRATUITI PER I RESIDENTI E PER I SOSTENITORI. TELEFONARE AL NUMERO: 335 5461501 ||

Video