Descrizione

La regina Cristina di Svezia, dopo essersi convertita al cattolicesimo, visse in esilio a Roma dal 1654 fino alla sua morte nel 1689. Nel suo palazzo romano amava circondarsi dei cardinali più influenti come Pamphilj e Ottoboni, accolse e diede la sua protezione ai più grandi ingegni e talenti artistici del suo tempo: scultori, musicisti, filosofi e poeti. Il programma del nostro concerto è dedicato ai musicisti che in quel periodo furono vicini alla regina come Alessandro Scarlatti, Bernardo Pasquini ed Arcangelo Corelli. Si alternano brani originali e trascrizioni scelte tra le molte stampe che gli editori europei proponevano al pubblico del settecento, a testimonianza della grande diffusione dello stile italiano ed in particolare della scuola romana.

ACCADEMIA HERMANS (Italia)

FABIO CECCARELLI, traversiere – flauto C. Palanca (Torino c.a. 1750) – copia di M. Wenner (Singen 2013)

ALESSANDRA MONTANI, violoncello
violoncello Boiven/Grasset originale francese (1740)

FABIO CIOFINI, clavicembalo

Programma:

Arcangelo Corelli/Anonimo (Fusignano 1653- Roma 1713)
Sonata IV op. 5 in Sol maggiore per traversiere e b.c.
Adagio, Allegro, Vivace, Adagio, Allegro

Bernardo Pasquini (Massa e Cozzile 1637 – Roma 1710)
Toccata per organo/cembalo

Alessandro Scarlatti (Palermo 1660 – Napoli 1725)
Sonata n.1 in Re minore per violoncello e b.c.
Allegro, Allegro, Largo, A tempo giusto

Pietro Castrucci (Roma 1679 – Dublino 1751)
Sonata X op. 1 in Si minore per violino (traversiere) e violone o cembalo
Adagio, Allegro, Adagio, Allegro

P.A. Locatelli (Bergamo 1695 – Amsterdam 1764)
Sonata X op. 2 in Sol maggiore per traversiere e b.c.
Largo, Allegro, Minuetto (con variazioni)

|| N.B.: NEL CASO IN CUI I POSTI ONLINE SIANO “ESAURITI”, RESTANO COMUNQUE DISPONIBILI POSTI GRATUITI PER I RESIDENTI E PER I SOSTENITORI. TELEFONARE AL NUMERO: 339 8862993||

interpreti