Descrizione

Dal Barocco al Jazz per due flauti soli

Il flauto dolce, a lungo relegato a ruolo di balocco nella scuola media, ha origini nobilissime ed una letteratura che lo fece protagonista della musica per strumenti a fiato, dal Cinquecento fino alle prime due decadi del Settecento. L’apertura delle grandi sale da concerto, l’avvento del nuovo stile Romantico, e dunque la richiesta di una maggiore duttilità dinamica, ne decretarono la definitiva sostituzione con il suo (oggi “metallico”) nemico storico: il flauto traverso, l’incontro-scontro tra questi due strumenti e tra due amici musicisti di nazionalità diversa si trasforma in un concerto-duetto cross-over che ripercorre, dal Primo Seicento passando per la musica di Bach e Mozart, fino alle improvvisazioni del Jazz, almeno quattro secoli di Grande Musica.

Giorgio Matteoli – flauti dolce (Italia)
Marko Zupan – flauto traverso (Slovenia)

|| N.B.: NEL CASO IN CUI I POSTI ONLINE SIANO “ESAURITI”, RESTANO COMUNQUE DISPONIBILI POSTI GRATUITI PER I RESIDENTI E PER I SOSTENITORI. TELEFONARE AL NUMERO: 339 8862993||