Descrizione

Durante i secoli XVII e XVIII le due principali scuole musicali, quella italiana e quella francese, dominarono la scena europea. La prima era caratterizzata da cantabilità e armonie trasparenti e da una spiccata tendenza allo stile improvvisativo; la seconda dall’uso frequente di ritmi “puntati” nonché dalla concatenazione di frasi e cellule melodiche più brevi, animate da abbellimenti scritti e non improvvisati, più piccoli e raffinati. A metà tra questi due mondi si collocava lo Stile Tedesco: il cosiddetto stile “Misto”, che aspirava a fondere il meglio del linguaggio musicale italiano e francese, filtrando il tutto attraverso la solida e complessa scienza armonica e contrappuntistica tipica dei compositori e degli organisti d’oltralpe. Telemann, Haendel e lo stesso Bach furono fortemente influenzati dallo stile italiano, stasera ben rappresentato da Francesco Geminiani e Antonio Vivaldi. I tre trii di Telemann in programma sono tutti dotati di bellissimi e commoventi movimenti cantabili lenti, in puro stile italiano, puntualmente alternati ad allegri fugati, scritti in severo stile tedesco, ma anch’essi animati da una profondavena melodica tutta di matrice italica.

ENSEMBLE FESTA RUSTICA (con copie di strumenti originali)
Giorgio Matteoli – flauto dolce e M° di concerto
Fabio D’Onofrio – oboe barocco
Luca Ambrosio – clavicembalo
Matteo Scarpelli – violoncello barocco

Programma:

Georg Philipp Telemann (1681-1767)
Triosonata in Fa maggiore TWV42: F9
per flauto dolce, oboe e basso continuo
Allegro – affettuoso – Presto

F. Geminiani (1687-1762) Sonata in Mi m
per oboe e Bc
Adagio – allegro – Largo – Vivace
Georg Philipp Telemann
Triosonata in Do minore Do min TWV42:c2
per flauto dolce, oboe e Basso continuo
Largo – Vivace – Andante – Allegro

G.Fr. Haendel Sonata in Fa Maggiore Op.1 Nr XI
per flauto e Bc
Larghetto – Allegro – Siciliana – Allegro

A. Vivaldi Trio in sol Minore RV 103
per flauto, oboe o violino e Bc
Allegro ma cantabile – Largo – Allegro non molto

|| N.B.: NEL CASO IN CUI I POSTI ONLINE SIANO “ESAURITI”, RESTANO COMUNQUE DISPONIBILI POSTI GRATUITI PER I RESIDENTI E PER I SOSTENITORI. TELEFONARE AL NUMERO: 335 5461501||

Video