EL SIGLO DE ORO-La musica del Cinque e Seicento tra Italia e Spagna

08/10/2021
20:30
Lissone - Frazione Bareggia - Chiesa dei Santi Giuseppe e Antonio Maria Zaccaria

Giorgio Matteoli – flauti dolci
Tomeu Seguì Campins – organo

Musiche di Cabezon, Anonimi spagnoli, Frescobaldi, Gabrieli, Cima, Fontana, De Rore e Spadi.

Un percorso musicale a metà tra Italia e Spagna che ci porta nel cuore del secolo della dominazione spagnola: Il “secolo d’oro”. Un programma brillante e virtuosistico per flauti dolci e organo che illustra lo sviluppo espressivo della “monodia” e la nascita di un linguaggio “pensato” per gli strumenti, grazie all’arte del “passeggiare”, ovvero diminuire temi e madrigali noti o su bassi “ostinati”. Così i vari strumenti, introducendo virtuosismi sempre più complessi e difficilmente eseguibili per la voce umana appropriandosi inizialmente delle composizioni vocali, sviluppano a partire dal Cinquecento un loro proprio idioma, dando vita a forme inequivocabili come la “Toccata”, “l’Arpeggiata” e la “Sonata” (o “Canzone da sonar”).

Per prenotazioni chiamare o scrivere al numero 335.5461501 a partire dal lunedì prima del concerto dalle 8 alle 20. Le chiamate o i messaggi ricevuti fuori orario e prima di quella data non saranno presi in considerazione.

In ottemperanza alle normative vigenti, si ricorda che per accedere ai concerti è obbligatorio presentare il green pass o tampone negativo effettuato entro le ultime 48 ore.

GIORGIO MATTEOLI
È diplomato in violoncello, flauto dolce e musica da camera presso il conservatorio di S. Cecilia. Oltre ad aver seguito studi composizione e contrappunto presso il Conservatorio di Como ha studiato direzione d’orchestra presso il conservatorio di Milano seguendo successivamente diversi corsi e masterclass con Maestri di chiara fama. Si è specializzato nell’esecuzione del repertorio antico, sia col flauto che col violoncello barocco tenendo recital e concerti in Italia e all’estero. È Fondatore, direttore e solista dell’Ensemble barocco “Festa Rustica” con cui si esibisce da quasi trent’anni, e dell’Associazione Early Music Italia e direttore artistico della rassegna cameristica interprovinciale “Brianza Classica”. Dal 2019, è docente di flauto dolce, violoncello barocco e musica d’insieme per strumenti antichi presso il dipartimento di musica antica del Conservatorio “O. Respighi” di Latina, di cui è coordinatore.

BARTOLOMÉ SEGUÍ CAMPINS
Ha imparato all’età di sedici anni a leggere la musica, la sua carriera professionale è iniziata nel 2000 con l’esame di ammissione di organo presso il Conservatorio Superiore di Saragozza, Istituto dove ha conseguito il diploma. È stato organista titolare dell’Escolanía de Blauets de LLuc, membro dell’orchestra barocca Arx Musicae, al clavicembalo. Si è perfezionato presso la Civica Scuola di Milano clavicembalo e organo, nonché al fortepiano presso l’ESMUC di Barcellona. Nel 2009 ha creato la scuola di musica Eco Escuela San LLavo, dove ha svolto il ruolo di insegnante pianoforte e clavicembalo. Dal 2011 al 2013 si è trasferito a Friburgo, per studiare formazione concertistica d’organo presso l’Haute Ecole de Musique de Lausanne. Ha partecipato a festival organistici internazionali e nel 2006 ha fondato il Festival Internazionale di Musica Antica di Caimari dove ricopre il ruolo di direttore artistico e coordinatore.

SCARICA QUI LA LOCANDINA

INTERPRETI
VIDEO
event_image
event_image