ALBINONI, BACH, TELEMANN – SUGGESTIONI ITALIANE NELL’EUROPA BAROCCA

23/05/2021
17:00
Missaglia - Monastero di Santa Maria della Misericordia

ENSEMBLE FESTA RUSTICA

su copia di strumenti originali

Giorgio Matteoli – flauto dolce e direzione
Fabio Ceccarelli – flauto traversiere
Claudio Andriani – violino
Luca Ambrosio – clavicembalo

Nella ricorrenza dei 350 anni dalla nascita del compositore veneziano Tomaso Albinoni, gli artisti di Festa Rustica, su copie di strumenti antichi, presentano un programma che affianca a uno dei suoi celebri concerti per oboe (eseguito sul flauto) alcuni tra i più bei concerti solistici dei suoi contemporanei d’Oltralpe. Il sommo Johann Sebastian Bach, qui rappresentato dal monumentale V concerto Brandeburghese e il di lui all’epoca ben più celebre Georg Philipp Telemann, con il sorprendente concerto doppio per flauto dolce e flauto traversiere. Una dimostrazione degli echi della cantabilità tutta italiana che funse da vero modello nell’Europa Musicale barocca, non solo per i compositori tedeschi.

Ensemble Festa Rustica

Dal 1992 il flautista-violoncellista Giorgio Matteoli si esibisce regolarmente come solista-direttore dell’ ensemble barocco su strumenti antichi, da lui fondato, FESTA RUSTICA. L’Ensemble, da ormai venti anni anni presente in alcune tra le più importanti Istituzioni concertistiche italiane (tra cui Settembre Musica di Torino ed Oratorio del Gonfalone Festival del Clavicembalo e Grande musica in Chiesa di Roma, Festival del Lago d’ Orta…) e Festival stranieri (Francia, Spagna, Montecarlo, Giappone, Romania, Albania…) ha ottenuto, per le numerose produzioni discografiche incentrate sulla riscoperta di opere note e meno note del repertorio barocco in particolare napoletano e realizzate per svariate etichette (AGORA’, MUSICAIMMAGINE e GAUDEAMUS etc.), prestigiose segnalazioni nonché lusinghieri ed univoci consensi dalla critica nazionale ed internazionale. Tra queste segnalazioni ricordiamo le “Cinque Stelle: Disco Amadeus del mese” ottenuto dai concerti per faluto ed archi di Niccolò Fiorenza e l’inclusione dell’incisione -poi divenuta integrale- dei bellissimi concerti per flauto ed archi del compositore napoletano Francesco Mancini (1725) nell’ambita “The Want List 1995” (“I dischi da non perdere del 1995”) della più importante rivista di critica discografica americana FANFARE, L’ultima fatica discografica dell’ensemble è stata l’integrale delle sonate per flauto dolce e basso continuo di G. Fr. Haendel, pubblicata da MAP Editions.

Per prenotazioni chiamare o scrivere al numero 335.5461501

INTERPRETI
VIDEO
event_image